Addio a Joe Cocker, voce indimenticabile del rock. Malato da tempo, muore all’età di settant’anni nel suo ranch in Colorado.

joe_cocker

Il primo singolo con cui fu consacrato”rockstar” fu “I’ll Cry Instead”, dei Fab Four. La sua apparizione a Woodstock però lo esaltò non poco. Joe Cocker era un amante del blues e del soul ma la musica negli anni 70 stava cambiando: con l’avvento dei Beatles, il cantante dovette adeguarsi allo stile che vigeva in quegli anni in Inghilterra.

Joe-Cocker_9

 

Era la voce graffiante del rock tanto che nel 1970 la sua versione live di The letter dei Box Tops, raggiunse la top ten negli Stati Uniti.

Negli anni 80 “Up Where We Belong” sarà la colonna sonora del film del ‘Ufficiale e gentiluomo’ che gli valse il Golden Globe come “miglior canzone originale” e l’Oscar per la migliore canzone nel 1983.
Altri pezzi indimenticabili come “You Can Leave Your Hat On”,  “Unchain My Heart’, “When the Night Comes”, “N’oubliez Jamais”, definiscono l’artista in tutta la sua bravura, che in futuro verrà apprezzata e condivisa da diversi cantanti italiani, quali Zucchero e Eros Ramazzotti.
joe-cocker18517Si spegne a casa sua, in Colorado, dove canta per l’ultima volta.

Lascia un commento!

CONDIVIDI