Presentato il 7° Giro d’Italia di Handbike! Penserete: “E che c’entra Ruffini con questa cosa?”

Beh, c’entro eccome, visto che mi pregio di essere testimonial di questa splendida iniziativa che va avanti da ben 7 anni.

Ho scoperto, da qualche tempo, una parola nuova: la resilienza. Cos’é? E’ la volontà di reagire a un trauma riorganizzando la propria vita in maniera ottimistica e positiva. Sono contento di questa adesione perché amo avere a che fare con persone resilienti, attive, positive: per me è motivo di crescita e di ricchezza interiore.

Ho conosciuto esempi di speranza e di forza. Gente che si vuole migliorare ogni giorno, un po’ di più.

Dico sempre che, “se c’è un problema allora c’è anche la soluzione”, ed è proprio così. Trasformare i propri limiti in possibilità. Rispettare la vita e considerarla una grande opportunità.

Permettersi la felicità di esserci, con coraggio, disobbedendo alle avversità che la vita ci offre e essere portatori di una forza d’animo stupenda.

Per questa serie di motivi sono lusingato ed emozionato di essere il testimonial 2016 del Giro d’Italia di Handbike.

———————–

Il Giro avrà 7 tappe, con inaugurazione a Crema (Cr) il 3 aprile. Le tappe avranno una lunghezza che va dai 3 ai 6 km; considerando che questi ragazzi pedalano con il solo uso delle braccia mi sembra già una grande impresa…

Per dire: io non so se ce la farei a pedalare 6 km…ma con le gambe!

Il mio invito è quello di non perdervi questa cosa bella, ne guadagnerete sicuramente.

 

 

 

Lascia un commento!