Davide Nicola dedica la permanenza del Crotone in serie A alla memoria del figlio che non c’è più

Sembrava impossibile e invece è successo per davvero: il Crotone è riuscito a salvarsi ai danni dell’Empoli, che è retrocesso in serie B.

Incontenibile è stata la gioia di tutta la città come della società, in particolare quella del tecnico Davide Nicola, che ha voluto dedicare questa straordinaria impresa ad una persona davvero speciale che purtroppo non è più tra noi: il figlio Alessandro.

Il ragazzo, scomparso tre anni fa all’età di soli 14 anni in seguito ad un incidente con un pullman poco lontano da casa, è sempre nella memoria del padre, il quale gli ha rivolto delle parole stupende.

“Sono sicuro che sei accanto a me. Abbiamo lottato insieme in questo anno complicatissimo ma… oggi so che tu ci sei sempre stato […] Sei riuscito con la tua energia a darmi la forza di lottare e di continuare a inseguire l’impossibile. La perseveranza è ciò che rende l’impossibile possibile […] Questa non è la mia vittoria ma la nostra […] Avrei voluto gioire con te, guardare i tuoi occhi e il tuo sorriso, prenderti per mano e insieme correre e festeggiare” queste alcune delle bellissime parole scritte su Facebook dall’allenatore della squadra calabrese.

Questa è la dimostrazione che, spesso, anche da un avvenimento terribile come la perdita di un figlio, si può trovare la spinta per portare a termine delle imprese fantastiche: coloro che amiamo, ovunque siano e nonostante tutto, vivono sempre dentro il nostro cuore e ci danno la forza per andare avanti.

Lascia un commento!