Fonte: Torino.Repubblica.it

Cristina Giordano, mamma di Luca, ragazzo di Cuneo tristemente scomparso l’8 luglio in un incidente montanaro sul Cervino, si è presentata al posto del figlio per discutere la tesi di laurea in biologia (un trattato riguardo agli effetti del succo di barbabietola sulla prestazione sportiva ad alta quota) di quest’ultimo.

Il giovane aveva infatti da poco consegnato il suo lavoro alla commissione di laurea, laurea che è stata di fatto consegnata alla signora Cristina: un riconoscimento simbolico contenente il nome del ragazzo e la sua trattazione.

“Era la cosa più naturale, giusta e normale da fare. Sono stupita da tutta questa attenzione” ha dichiarato la Cristina Giordano, proseguendo poi: “Con mio figlio ho condiviso tutte le passioni, dalla montagna a quella per lo studio, in un perfetto legame. Per me è normale essere al suo posto” e ancora, riguardo alla laurea:” E’ l’unico titolo di studio che non ho e, forse, c’era un motivo: che la tesi di laurea doveva essere quella di Luca”

Incalzata poi riguardo al sogno di Luca, quello di scalare Dhaulagiri (Nepal) la mamma ha chiosato sorridendo :”Il Dhaulagiri adesso è troppo basso, ora è andato molto più su”.

Lascia un commento!