In occasione del carnevale estivo, il sindaco del Comune in provincia di Viterbo ha giustamente deciso di emanare un’ordinanza. Ma un errore di battitura ha fatto andare qualcosa storto…

Fonte: Ilfattoquotidiano.it

Basta una sola parola per sconvolgere completamente il senso di una frase!

Ne sa qualcosa il sindaco di Gallese (comune in provincia di Viterbo), il quale ha emanato un’ordinanza diventata virale in rete nelle ultime ore.

“Il sindaco ordina il consumo di bevande super alcoliche da parte di chiunque” leggiamo all’interno del provvedimento in questione.

Il testo, che avrebbe dovuto contenere il verbo “vieta” invece di quello “ordina”, dovrebbe far riferimento al divieto per chiunque di consumare bevande super alcoliche dalle 21 di sabato 22 luglio alle 6 di domenica 23.

L’effetto della svista, tuttavia, cambia tutto, e porterebbe al paradosso: a chi non beve, stando alla lettera dell’ordinanza, andrebbe applicata una bella multa per un minimo di 50 € e un massimo di 500!

Gallese, comune di nemmeno 3000 abitanti, è dunque diventata la nuova patria del divertimento alcolico? Per fortuna no, dato che l’intenzione del provvedimento era esattamente opposta a quella della versione pubblicata e l’ordinanza è stata prontamente corretta!

Troppo tardi, però! Il web non è di certo rimasto impreparato e l’ironia virale dei diversi social non si è fatta attendere nemmeno stavolta: tra tutte le iniziativa, spicca per numero di partecipanti l’evento Facebook “Sfondarsi di alcol con il sindaco di Gallese”.

Che gli estensori del provvedimento decidano di berci un bel cicchetto su per dimenticare la bizzarra vicenda?

 

Lascia un commento!