La sua mamma ha postato le foto su Facebook per motivare tutti coloro che sono affetti da questa terribile malattia

Fonte: facebook.com/wearesophistrong

Sophie Eber, 7 anni, come molti bambini della sua età, è stata sottoposta al tipico “rituale” della foto-ricordo in occasione del primo e dell’ultimo giorno di scuola.

A differenza che per la maggior parte dei suoi coetanei, tuttavia, le immagini di questa bimba non evidenziano solamente la sua crescita, ma qualcosa di molto più importante e significativo: la sua lotta contro cancro.

Nel corso del 2016, a febbraio, alla piccola è stato diagnosticato un neuroblastoma al quarto stadio, il quale ha costretto Sofie a sottoporsi a diversi cicli di chemio, radio e immunoterapia oltre che a un intervento chirurgico di nove ore.

5 mesi dopo, a luglio, la bambina è stata decretata guarita dal tumore ma, essendo il rischio di recidiva comunque alto, ha continuato a sottoporsi alle terapie, che ne hanno segnato non poco il volto e in generale l’aspetto fisico.

A settembre, in occasione del primo giorno di scuola, a Sophie viene scattata la classica foto di rito: Sophie, sempre e comunque sorridente, ha il volto scavato, è calva, senza sopracciglia e ha un tubo infilato su per il naso ma…ben presto le cose cambiano!

A fine anno scolastico la bimba ha ripreso peso e i suoi ricciolini biondi sono finalmente ricresciuti: la sua maglietta con scritto “piccola guerriera” ed il suo solito sorriso luminoso ed energico dicono davvero tutto!

La maestra, di conseguenza, non può non accorgersene ed ha la bellissima idea di scattare alla piccola una foto in cui tiene in mano la sua stessa foto scattata durante il primo giorno di scuola, e la invia poi alla mamma.

Quest’ultima, entusiasta della bellissima idea, decide di postare su Facebook e Reddit, social sui quali vengono pubblicati tutti i traguardi e gli aggiornamenti relativi alla storia della piccola Sophie, l’immagine, che diventa subito virale e fonte di ispirazione per chi affronta o ha affrontato questa terribile malattia.

Sophie, sei davvero una piccola guerriera!

 

 

 

Lascia un commento!