Lo dimostra uno studio di nome “On the reception and detection of pseudo-profound bullshit”, eseguito da un team di ricercatori canadesi

Fonte: urbanpost.it

Ebbene sì, finalmente arriva la conferma anche della scienza: chi su Facebook ed altri social condivide status apparentemente profondi ed intellettuali, in verità è tutto l’opposto.

Già, lo conferma uno studio di nome “On the reception and detection of pseudo-profound bullshit” portato avanti da un team di ricercatori canadesi.

Durante l’esperimento, centinaia di persone sono state messe di fronte a delle frasi apparentemente di spessore utilizzate da diversi utenti per mettersi in mostra sui social e talvolta create da un generatore automatico di aforismi fake di nome “New-age bullshit generator”, creato apposta per il test: il 27 % delle persone, in una scala da 1 a 5, ha valutato le frasi in questione con 3 durante il primo test, mentre nel secondo, davanti ad aforismi veri, non ha colto la differenza di questi ultimi con quelli finti.

Il Dottor Pennycock (Università di Waterloo, Ontario) a questo punto, non ha avuto più alcun dubbio, affermando: “Coloro che sono attratti da frasi pseudo-intellettuali tanto da assegnare a queste votazioni alte, sono meno riflessivi, hanno una capacità cognitiva inferiore alla media e sono più inclini a non comprendere il senso ontologico delle cose e a ideare teorie cospirazioniste”

Lascia un commento!