La psicologa Linda Blair sostiene che le melodie a tema di Natale limitino la concentrazione e potrebbero avere effetti negativi sul cervello

 

Il Natale si sta avvicinando e con lui pure l’enorme quantità di canzoncine a tema.

Ma state attenti: sentirne troppe potrebbe nuocere alla vostra salute psichica.

Ad affermarlo è Linda Blair, psicologa clinica e redattrice del Telegraph, che lancia il suo monito: “I commessi dei mercatini natalizi sono costretti ad abbassare il volume della musica perché altrimenti ciò gli impedirebbe di concentrarsi su qualsiasi altra cosa”.

Le melodie ripetitive che ci evocano il giorno più agognato dell’anno, difatti, potrebbero arrecare effetti negativi al cervello umano. “Consumi tutte le tue energie provando a non ascoltare ciò che stai a tutti gli effetti ascoltando”.

La scienza, ad ogni modo, si era già occupata in passato delle canzoni natalizie.
Da uno studio del 2005 emerse una simmetria totale tra l’utilizzo di musica e profumi, con un picco delle vendite.
Certi tipi di canzoni sono comunque più efficaci di altri, afferma il professor Eric Spangenberg, il quale ha studiato gli effetti del clima festivo all’interno dei supermarket: i brani lenti rallentano il ritmo delle azioni dei clienti, ha spiegato all’emittente NBC, e questo significa che essi saranno incoraggiati a permanere nei supermercati.

Lascia un commento!