Quest’oggi diciamo addio a Marina Ripa di Meana: la donna si è spenta nella sua casa di Roma dopo una lunga malattia.

Stilista e scrittrice, Marina Ripa di Meana è stata anche un personaggio poliedrico della tv italiana e della vita mondana del nostro paese.

A partire dagli Novanta, prese parte a diverse campagne contro l’utilizzo per moda e vanità di pelli e pellicce, contro le corride, contro gli esperimenti nucleari francesi nell’atollo di Mururoa e contro lo sterminio dei cuccioli di foche.

Ambientalista convinta, Marina Ripa di Meana posò totalmente nuda in opposizione all’uccisione degli animali da pelliccia.

“L’unica pelliccia che non mi vergogno di indossare” leggiamo in una scritta all’altezza delle cosce all’interno della foto del 1996 che la ritrae con le braccia incrociate e che destò enorme scalpore: “Offro la mia immagine nuda per difendere e proteggere tutti gli animali”.

Le foto in questione furono affisse su manifesti di sei metri per tre, sopra i muri di Milano e Roma.

La notizia della sua dipartita è stata data da Dagospia, che riporta altresì che, come da lei richiesto, non si terranno cerimonie funebri in suo onore.

Lascia un commento!