Un ex notaio attualmente in pensione, con sei nipotini, moglie e tre figli.

Miguel Castillo a 80 anni non si è solamente iscritto all’università, ma ha pure ottenuto una borsa di studio Erasmus che lo porterà, dalla sua Valencia, in Italia a Verona per studiare storia.

Miguel, che è diventato un vero VIP nella sua facoltà, venendo ribattezzato dai colleghi ‘Nonno Erasmus’, vuole dare l’esempio anche agli altri anziani. “Non chiudetevi in casa, apritevi al mondo, perché possiamo dare molto alla società, e ricevere ancora molto”, dichiara a El Pais, in un’intervista in cui racconta il suo percorso di avvicinamento allo studio.

La storia inizia 5 anni fa, quando Miguel, allora 75enne, viene colpito da un infarto, dal quale si salva grazie ad un’operazione e 4 by-pass. Questo accadimento lo segna profondamente, spingendolo a rimettersi in gioco: “Mi sono detto: devo fare qualcosa, non voglio continuare a fare la vita da pensionato”.

L’arzillo vecchietto si iscrive così alla facoltà di Storia e Geografia presso l’Università di Valencia, andando a lezione quasi quotidianamente e scambiando appunti coi compagni di corso, come farebbe uno studente universitario qualunque.

“Non posso seguire sempre i corsi perché ho anche degli obblighi famigliari”, puntualizza il nonnino che, adesso, dopo tre anni, convinto anche da un suo professore, ha preso la decisione di iniziare una nuova avventura, sebbene le figlie fossero inizialmente contrarie a ciò.

“Nonno Erasmus” il 19 febbraio giungerà a Verona, una città non casuale: 42 anni fa vi ascoltava Maria Callas all’Arena insieme alla prima moglie.

Tuttavia, fare la sua conoscenza durante i party Erasmus non sarà semplice: “Cercherò di godermi al meglio l’esperienza, ma entro i miei limiti – dichiara Miguel – vado in Italia con mia moglie e per questo vivremo in un appartamento. Fare un pigiama party sarebbe troppo strano alla nostra età”.

Lascia un commento!