Iniziata l’anno scorso con un prototipo, la sfida ecologica di Adidas pare ormai vinta. La multinazionale tedesca rivela di aver venduto, solamente questo mese, più di un milione di paia di scarpe prodotte con plastica reperita negli oceani.

I modelli, prodotti in partnership con l’associazione ambientalista Parley for the Oceans (con la quale nel 2016 aveva rilasciato una serie limitata) al momento sono e hanno i nomi di UltraBoost Parley, UltraBoost X Parley e UltraBoost Uncaged Parley.

Come precisato dalla stessa Adidas, per un paio di scarpe vengono usate circa 11 bottiglie di plastica, la quale viene sfruttata per realizzare tessitura esterna, fodera, e perfino stringhe (compone circa il 95% della calzatura).

Più che monetizzare, l’obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo alla tematica dell’inquinamento dei mari.

 «Questa nuova scarpa — spiega Cyrill Gutsch, fondatore di Pearly for the Oceans, — non è soltanto un accessorio. È un simbolo, un nuovo modo di stabilire un nesso tra i prodotti e la causa dell’inquinamento dell’oceano».

Adidas non è l’unico brand a portare avanti questa lodevole iniziativa: molti altri produttori stanno facendo lo stesso, come ad esempio Nike!

Lascia un commento!