Fonte: Mattino di Padova

Protagonista degli Special Olympics di Abu Dhabi, Veronica Paccagnella ha 16 anni e la sindrome di Down.

La ragazza, con la sua straordinaria energia e la passione per la ginnastica, ha vinto ben 4 medaglie, ottenendo l’argento al volteggio e tre bronzi: nel corpo libero, nella trave e nell’all around.

Il suo è stato il terzo miglior punteggio al mondo nella categorie, ma non si tratta certo della sfida più difficile: Veronica ha vinto battaglie ben più impegnative nella vita. A soli 2 anni le fu infatti diagnosticata la forma peggiore di un tumore del sangue: la leucemia mieloide acuta.

La ragazza riuscì a sconfiggere il brutto male, che però non risparmiò il suo papà: ’L’uomo della mia vita, sul comodino io e mia sorella abbiamo messo la sua foto” dichiara a Fanpage.it.

Non arrendersi mai è stato il segreto della ragazza, che, ogni volta che vince, pensa agli ostacoli che in passato è riuscita a superare e che l’hanno fatta diventare la meravigliosa guerriera che è oggi.

Una splendida donna forte e consapevole: “Da piccola dicevo di essere ‘ammalata’ di sindrome di Down, ma la mamma, poi, mi ha spiegato che non è una malattia, ma una condizione genetica. Crescendo ho capito che faccio un po’ più fatica degli altri, ma che posso raggiungere grandi risultati. Oggi sono una ragazza felice e più che mai attaccata alla vita” dice a Fanpage.it.

Ed è proprio così: Veronica vince ogni giorno!

Lascia un commento!